Trattamento con Silicato di Litio per pavimenti in Cemento

Grazie alla nanotecnologia di speciali preparati a base di silicati di Litio ed alle straordinarie innoviazioni nella lavorazione dei pavimenti industriali, restauriamo e miglioriamo i pavimenti in cemento.

Il trattamento pavimenti in cemento trae ispirazione dall’osservazione e dall’analisi delle mescole già anticamente usate. Sebbene l’impero romano sia caduto più di 1000 anni fa, com’è possibile che le loro strutture stiano attraversando secoli, mentre le nostre costruzioni sono così effimere da non riuscire a sopravvivere ad un centinaio di anni?
Per comprendere la differenza, e trovare una soluzione da applicare oggigiorno, si è indagata la costituzione del cemento utilizzato.
Il cemento odierno è costituito da una combinazione di calcare, gesso, conchiglie sminuzzate, sabbia, argilla, ardesia e minerale di ferro. Il tutto viene successivamente polverizzato dopo aver subito un’operazione di cottura.
Il cemento antico, invece, era una miscela di cenere vulcanica, calce e pezzi di roccia magmatica, sapientemente mescolati con acqua marina.

E pare  che sia proprio l’acqua di mare la chiave di volta, poiché l’interazione con i componenti dava vita ad un processo chimico che rafforzava il materiale: gli elementi, disciogliendo parte della cenere vulcanica, consentivano a nuovi minerali (come la phillipsite e la Al-tobermorite) di crescere al suo posto.

La forza di questi cristalli risiede nella struttura chimico-fisica che, disponendosi a piastre interconnesse, conferisce una nuova solidità e resistenza al cemento, azzerando la possibilità di spaccature.
Ed è proprio questo processo che ha suggerito la produzione dei silicati di litio e sodio odierni come trattamento per pavimenti in cemento.

L’importanza del trattamento dei pavimenti in cemento ed i suoi vantaggi

Il calcestruzzo, tollerando con fatica qualsiasi reazione chimica naturale, alla minima ingerenza ambientale per sua natura si modifica chimicamente, ed espandendosi, si spacca.

La cosiddetta carbonatazione, un vero e proprio cancro per il cemento, si innesca quando l’anidride carbonica (oggi più che mai presente in misura eccessiva nel nostro quotidiano), penetrando attraverso la superficie porosa del materiale, modifica il ph interno passando così da un ambiente fortemente alcalino ad uno nettamente inferiore. Indebolendo il materiale a contatto con l’aria, lentamente arriva a debilitare anche la struttura più interna del cemento, arrivando addirittura ad intaccare l’armatura in metallo sottostante.

Dando vita al fenomeno della corrosione, ecco che si incorre sia in perdite di resistenza che in un aumento di materiale interno a causa della ruggine.
É solo questione di tempo affinché tutto confluisca in fratture e perdita di tenuta e resistenza.

Pertanto, come si può intervenire per garantire al cemento una durata ed una resistenza assai migliori? Con i trattamenti per pavimenti industriali suggeriti dalla tecnologia chimica dei prodotti a base di silicati litio in combinazione con la levigatura e lucidatura dei pavimenti industriali in cemento.

 

trattamento cemento industriale e silicato di litio

A seguito del trattamento avremo numerosi vantaggi:

  • Durata la resistenza offerta da questo materiale permette di sopportare sia il peso dei macchinari che il calpestio delle persone per diversi decenni. Offre inoltre un’ottima resistenza anche contro fuoco, macchie, umidità e odori.

  • Stile e versatilità
 Il pavimento in cemento si adatta a molteplici realtà commerciali, conferendo aspetto e personalità specifiche all’ambiente.

  • Sicurezza e contenimento dei costi di manutenzione 
Sicurezza perché una pavimentazione in cemento, a differenza di superfici lisce come possono essere quelle piastrellate o trattate con resina, ha la caratteristica di essere antisdrucciolevole. Inoltre i costi di manutenzione delle ruote di carrelli elevatori e muletti saranno azzerati.

  • Basso costo di manutenzione e pulizia pavimento industriale, che è poi traducibile in risparmio, poiché al di là della spesa contenuta della materia prima, un pavimento industriale di cemento che ha subito un corretto protocollo per il consolidamento pavimenti in cemento durerà tantissimo nel tempo, consentendo di fatto un risparmio a lungo termine in termini di conservazione e manutenzione. 

Scegliere di realizzare un pavimento in cemento industriale significa voler godere di determinati benefici dovuti alla loro versatilità e relativamente basso costo di realizzo.

Richiedi un preventivo gratuito!

In che modo i Silicati di litio e sodio agiscono sul pavimento in cemento

Assodate le caratteristiche favorevoli per utilizzare il cemento per la pavimentazione industriale, ecco come l’ingegneria chimica moderna risponde alla richiesta di maggior solidità, resistenza e impermeabilità: utilizzando i silicati.
I silicati, nella fattispecie i silicati di sodio e i silicati di litio, hanno la capacità di impermeabilizzare e consolidare la mescola cementizia, garantendo così impermeabilità agli agenti atmosferici e resistenza all’aggressione da parte di agenti chimici nonché del fuoco.
Distribuiti sulla superficie porosa, essi penetrano e si legano agli altri silicati (o metalli alcalini) presenti, modificando la struttura in un complesso microcristallino e traspirante. Grazie alla loro alcalinità, inoltre, riducono sia la possibilità di proliferazione batterica che la corrosione del ferro, annullando la possibilità del verificarsi della carbonatazione.

silicati di sodio fanno parte della prima generazione di sigillanti adottati per il trattamento antipolvere per pavimenti in cemento, e il loro utilizzo comincia intorno agli anni ’30.
Impiegati per l’impermeabilizzazione e consolidamento di pavimenti in cemento, essi sono i più versatili tra i silicati, poiché sono quelli che meglio si legano con la componente cementizia: grazie alla capacità di infiltrarsi nella maggior parte delle superfici porose, la saturano fino ad ottenere il risultato desiderato.

Affinché i silicati possano espletare al meglio le loro peculiarità, è indicato trattare preventivamente la pavimentazione con una leggera abrasione al fine di rompere la tensione superficiale: questo scongiura che il liquido penetri solo parzialmente, limitando l’effetto desiderato.

 

pavimento in cemento industriale rovinato
trattamento silicati di litio pavimento in cemento

 

Poiché la molecola del silicato di sodio è sia di piccole dimensioni che veloce nell’espletare la sua azione chimica, è consigliabile effettuare più applicazioni.
Infine è necessario procedere ad una rapida rimozione dei residui biancastri che fioriscono sulla superficie come sottoprodotto della sintesi chimica, poiché la pulitura effettuata in tempi secondari potrebbe essere assai più difficoltosa e improduttiva.

Più nobili e con risultati nettamente superiori in termini di consolidamento ed effetto antipolvere per i pavimenti industriali in cemento sono i silicati di litio. Grazie alla nanotecnologia che ha permesso lo sviluppo di questi particolari densificanti siamo in grado di proteggere i pavimenti in cemento con risultati inimmaginabili rispetto alla classica resina epossidica trasparente per pavimenti in cemento.

Utilizzati nel campo dell’edilizia negli ultimi decenni, i silicati di litio sono più costosi di quelli paritetici al sodio, ma offrono performance migliori.
La loro struttura molecolare, più ridotta rispetto a quella del sodio, garantisce una permeazione più profonda del cemento, e unitamente alla reazione chimica, restituiscono un trattamento più omogeneo e performante.

Penetrando anche nella porosità più fine, i silicati di litio non hanno bisogno di un trattamento preventivo delle superfici, vale a dire che non è necessaria né la raschiatura superficiale né il lavaggio umettante.
L’eventuale produzione di una fioritura biancastra come sottoprodotto della reazione chimica è, rispetto ai silicati di sodio, di facile rimozione anche in un secondo tempo.

Ultimo elemento, ma non meno importante, è la capacità dei silicati di litio di non alterare il Ph del cemento cui vengono applicati. Questo si traduce nel rispetto della composizione del materiale di riferimento.

Sintesi del trattamento 

Ecco in sintesi come avviene la lavorazione:

 

  • Levigatura della pavimentazione in cemento con abrasivi diamantati
  • Primo trattamento consolidante ed indurente a base di silicato di litio
  • Lucidatura del cemento industriale con passaggi a scalare di abrasivi 
  • Trattamento finale con silicati

Per un preventivo:

(+39) 366 199 7261

Levigatura cemento industriale in calcestruzzo e trattamento con silicato di litio

Grazie alla loro duttilità e continua applicazione nel campo della costruzione e ristrutturazione edilizia, il trattamento dei pavimenti in cemento con silicati di sodio e litio è particolarmente indicato durante le fasi di lucidatura pavimenti industriali ed il loro recupero, sia per le nuove che per le vecchie pavimentazioni.

Infatti non è importante avere a che fare con un cemento appena gettato o con una pavimentazione datata: le molecole di questi silicati sono studiate per reagire con una componente presente nella miscela cementizia idratata, ossia l’idrossido di calcio.

La levigatura dei pavimenti in cemento industriale e calcestruzzo, a seconda del risultato finale desiderato e dal protocollo di lavorazione scelto, consiste analogamente alla pietra, in un processo eseguito in più step fino a raggiungere il grado di “chiusura” e un pavimento in cemento lucido.

L’abrasione iniziale avviene mediante dischi abrasivi che comprende anche il livellamento della superficie, con conseguente eliminazione di difetti e sbalzi formatisi dall’usura pregressa.

Dopo aver trattato la superficie con i dischi diamantati si dovrà procedere alla rimozione accurata di tutta la polvere risultante, affinché vengano liberati i pori superficiali deputati all’incanalamento dei silicati di litio che verranno poi irrorati agendo da vero e proprio impregnante per cemento.

 

trattamento levigatura e lucidatura pavimento in cemento

 

La reazione chimica innescata dai silicati consiste nella produzione di silicato di calcio idrato, un cristallo che va a riempire gli interstizi e le porosità del cemento, conferendogli quindi maggiore durezza e densità, contribuendo alla sigillatura della superficie rispetto agli agenti atmosferici e chimici. Non sfaldandosi, il cemento sarà trattato anche contro la produzione di polvere da disgregazione, eliminando il cosidetto “cemento che spolvera”.

Continuando la lavorazione con abrasivi diamantati, la cui grana dovrà essere sempre più affinata mano a mano che la levigatura giunge a termine, alla fine del processo di lucidatura cemento la superficie cementizia assumerà un aspetto lucido molto accentuato e brillante. Acquisendo ed accentuando tutte le caratteristiche conferitegli dal silicato, portandolo ad una vera propria nobilitazione del pavimento in calcestruzzo.

Il trattamento pavimenti in cemento mediante l’applicazione dei silicati di sodio e litio è particolarmente indicata per tutti quei trattamenti riguardanti l’indurimento, la densificazione e la levigatura del cemento in qualsiasi momento della vita della pavimentazione, vale a dire che possono essere irrorati sia in fase di creazione del pavimento in cemento, sia in una fase ben lontana da essa, qual è la ristrutturazione.  

Richiedi un preventivo gratuito

Inserisci i tuoi contatti e se vuoi qualche dettaglio del pavimento da lavorare. Saremo lieti di offrirti la nostra assistenza.

Eseguiamo lavorazioni in tutto il centro Italia.

Lazio, Abruzzo, Molise, Toscana, Umbria, Marche.

+39 366 199 72 61 - Simone

cemento@floor-equipe.it